PER LEGGE, questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Giornata Autismo 2018

Giovedì 5 e venerdì 6 Aprile presso la scuola dell’infanzia Regina Elena di Offanengo si sono svolte due giornate dedicate all’autismo. Quest’anno si è scelto di approfondire il concetto di diversità e quanto siano importanti ed uniche le caratteristiche di ogni singolo bambino. Per farlo si è proposta la lettura, divise per fasce d’età, del libro “ La cosa più importante” di Antonella Abbatiello. La storia narra di alcuni animali che, riunitosi nel bosco, discutono su quale sia la cosa più importante: avere la proboscide, il collo lungo o gli aculei…Ogni animale è convinto che la propria particolarità sia quella fondamentale e che quindi tutti dovrebbero averla. Fino a quando il gufo saggio fa riflettere sul fatto che la cosa veramente importante sta proprio nella diversità di ciascuno, che lo rende unico nella vita del bosco.

I bambini hanno ascoltato il racconto e insieme alle insegnanti ne hanno discusso. Ne sono nate riflessioni e pensieri molto belli. Paragonandosi agli animali i bambini hanno riconosciuto il loro essere diversi gli uni dagli altri, per caratteristiche fisiche (occhi, pelle, capelli…), ma anche caratteriali (io sono sempre buono, lui invece si arrabbia sempre…). “Ma alla fine siamo amici”…questa frase è arrivata diretta da alcuni bambini di 5 anni. 

In seguito sono state proposte attività di tipo grafico che i bambini hanno poi portato a casa, insieme al testo della storia.  I più piccoli hanno colorato la figura del gufo saggio, i mezzani e i grandi invece hanno disegnato liberamente ciò che più li aveva colpiti del racconto.

Nella giornata di venerdì 6 Aprile il gruppo dei grandi, in cui è inserito un bambino con autismo, si è ritrovato, diviso in due gruppi, nell’aula smile (l’aula sostegno) per un momento di gioco cooperativo e successivamente hanno creato un cartellone che è stato poi esposto fuori da scuola.

Prima del pranzo lo stesso gruppo si è recato nel giardino della scuola per il lancio dei palloncini in ricordo di questa emozionante giornata (nella foto).